Cosa succede al corpo di una persona che muore nello spazio?

LAutomatico

Quasi 21 persone sono morte da quando il primo uomo è salito su un razzo e lanciato nello spazio 60 anni fa, e mentre le agenzie spaziali si preparano per la loro prima missione umana su Marte, è probabile che il bilancio delle vittime aumenti.

Cosa succede al corpo di una persona che muore nello spazio
foto@Wikimedia

Gli astronauti diretti al pianeta rosso trascorreranno almeno sette mesi all’interno di una capsula su un percorso che gli umani non hanno mai intrapreso e, se sopravvivono al volo verso il pianeta rosso, sopporteranno il duro ambiente del clima di Marte.

E quando un membro dell’equipaggio muore, possono essere necessari mesi o anni prima che il corpo venga riportato sulla Terra, il che solleva una domanda: cosa succede al corpo di una persona che muore nello spazio?

Gli esperti hanno suggerito una serie di modi per smaltire il corpo, tra cui “gettare il cadavere” nell’abisso oscuro o seppellire una persona su Marte, ma la combustione dei resti dovrebbe avvenire prima per non contaminare la superficie.

Tuttavia, lo scenario peggiore è stato presentato con gli astronauti a corto di cibo e l’unica cosa commestibile era il cadavere del loro collega defunto.

Come ha detto il CEO di SpaceX Elon Musk, “Se vuoi andare su Marte, devi essere preparato anche alla morte“.

La Nasa non ha stabilito protocolli per affrontare la morte nello spazio, ma i ricercatori di tutto il mondo hanno messo in atto questo lavoro per smaltire rispettosamente un astronauta morto, riferisce Popular Science.

Se un membro dell’equipaggio muore durante un viaggio di oltre 170 milioni di miglia su Marte, l’oggetto può essere collocato in una cella frigorifera o liofilizzato fino a quando la navicella non arriva sulla Terra.

La liofilizzazione nello spazio è molto diversa da ciò che accade sulla Terra: l’oggetto verrà posizionato all’esterno della capsula e lo spazio lo coprirà di ghiaccio.

Attualmente, non ci sono linee guida specifiche nella politica di protezione planetaria, né a livello della NASA né a livello internazionale, che affrontano il problema del ‘seppellire’ un astronauta deceduto gettandolo nello spazio“, ha detto Catherine Conley dell’Ufficio per la protezione del pianeta della NASA. .

Ma quando gli astronauti raggiungeranno Marte, dovranno affrontare nuove sfide che minacciano la sopravvivenza, una delle quali è legata alle radiazioni.

E i dati precedenti indicano che il pianeta rosso è stato esposto a 700 volte la radiazione a cui era esposta la Terra.

Le radiazioni possono alterare il sistema cardiovascolare, danneggiare il cuore, indurire le arterie o distruggere alcune cellule nei rivestimenti dei vasi sanguigni, portando a malattie cardiovascolari e anche alla morte.

In questo caso, sarebbe necessaria una sepoltura su Marte, ma la NASA ha leggi severe sulla contaminazione di altri pianeti con i microbi della Terra.

In termini di smaltimento della materia organica (compresi i cadaveri) su Marte, non imponiamo alcuna restrizione fintanto che tutti i microbi della Terra vengono uccisi, quindi sarà necessaria la cremazione“, ha detto Conley alla NASA a Popular Science.

Fonte: Daily Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Arrivano le scarpe marchiate Playstation 5

E’ previsto il lancio di nuove scarpe Nike, ispirate alla popolare console PlayStation. Nel 2018 Paul George ha introdotto la scarpa PG 2.5 con luci e suoni associati al controller PlayStation di Sony, e ora ci sono nuove scarpe in arrivo sul mercato ispirate alla nuova piattaforma PlayStation 5. Le […]