Oro, ecco come riconoscere se il nostro monile è vero

LAutomatico

Oggi indubbiamente la bigiotteria fa il suo gran bel “lavoro”: un tempo per agghindarsi bisognava necessariamente ricorrere a gioielli di oro e diamanti, mentre ora le creazioni fatte con materiali poveri spesso hanno poco da invidiare, in bellezza, ai gioielli più ricercati e la differenza è nota solo agli occhi più esperti.

Contemporaneamente, però, bisogna fare attenzione anche a non farsi ingannare: e allora come distinguere l’oro dalla bigiotteria?

Naturalmente per gli esperti del settore la differenza è lampante ma ci sono anche diversi modi “casalinghi”, adatti anche a chi vuole semplicemente sapere se il proprio anello o collana sia effettivamente d’oro.

In primis, osservando da vicino il metallo, bisogna andare in cerca di segni e punzonature: generalmente gli oggetti in oro non hanno meno di 9 carati e riportano sempre il punzone che ne indica la caratura. 

Nel caso si oro molto vecchio, questa però potrebbe essere sparita o comunque non visibile. In questo caso può venirci in aiuto una calamita: l’oro infatti è un materiale che non reagisce ai campi magnetici, quindi se l’oggetto viene attratto dal magnete sicuramente non sarà di oro vero.

Nel caso si voglia verificare l’oro presente in un lingotto, si può anche, molto spartanamente, “morderlo”:  l’oro puro è una lega morbida e quindi tende a lasciare impresso il segno dei denti.

In alternativa, si può usare il test del peso specifico lasciando cadere l’oggetto d’oro in un bicchiere d’acqua: l’oro è un metallo pesante e quindi deve affondare velocemente.

Naturalmente il vero metodo infallibile è uno solo: recarsi da un esperto e farsi rispondere a tutte le proprie domande e perplessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Souk, un luogo di meraviglie e caos

In Italia ogni paese ha il suo mercato cittadino e rionale, luogo caratteristico dove trovare abbigliamento, suppellettili ma anche cibo e vivande in generale. Ma per chi ha avuto la fortuna di visitare i paesi arabi, si sarà senza dubbio reso conto della differenza abissale e dell’esperienza unica che si […]