Chi è una persona agnostica?

LAutomatico

L’Italia, storicamente e culturalmente, è un paese profondamente cattolico, anche se sulla Carta Costituzionale è sottolineata la laicità dello stato.

Non esiste probabilmente un solo paese o città che non abbia una propria Chiesa ed una propria comunità che vi si riunisce attorno, ma sono sempre più anche coloro che scelgono di essere atei: in pratica non credono nell’esistenza di nessun Dio o entità superiore che ci ha creati e che guida il nostro destini.

Ma molti si definiscono anche agnostici, un termine che sovente ed erroneamente viene associato proprio all’essere ateo, ma in realtà le differenze sono profonde.

Ed allora chi è un agnostico?

L’agnosticismo è un atteggiamento concettuale con cui si sospende il giudizio rispetto a un problema, poiché non se ne ha, o non se ne può avere, sufficiente conoscenza.

La parola agnostico deriva dal greco, significa “non conoscibile” ed è stata utilizzata per la prima volta dal biologo inglese Huxley nel 1869.

In pratica, a differenza degli atei, gli agnostici non negano l’esistenza di Dio, ma semplicemente pensano che non è umanamente conoscibile una risposta e che per questo non ci si può esprimere in modo certo sul problema esposto.

L’agnosticismo si è sempre posto la religione come uno dei quesiti principali, ma in realtà riguarda anche l’etica, la politica e la società nel suo complesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Oro, ecco come riconoscere se il nostro monile è vero

Oggi indubbiamente la bigiotteria fa il suo gran bel “lavoro”: un tempo per agghindarsi bisognava necessariamente ricorrere a gioielli di oro e diamanti, mentre ora le creazioni fatte con materiali poveri spesso hanno poco da invidiare, in bellezza, ai gioielli più ricercati e la differenza è nota solo agli occhi […]